Tag Archives: Referendum

Jobs act: il lodo Amato in Consulta smina il referendum e allunga la vita alla legislatura

Passa il “lodo Amato”, che stabilizza il governo Gentiloni. Due quesiti ammessi, uno – quello sull’articolo 18, l’esplosivo vero – bocciato. Sotto la regia del dottor Sottile viene tutelato – almeno questo è l’intento – il percorso ordinato del capo dello Stato: legge elettorale e voto, senza incidenti e tensioni. Un’operazione, come anticipato dall’HuffPost nei giorni scorsi, da “artificieri” per togliere la prima mina, che avrebbe consentito a Matteo Renzi di a ways saltare la legislatura pur di evitare il referendum della Cgil sul jobs act.

La Corte è un campo di battaglia. Con la relatrice, Silvana Sciarra, che finisce in minoranza sull’art…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum jobs act, durissima lettera di risposta della Cgil alle parole di Staino. E sulla decisione della Consulta la temperatura sale

La risposta della Cgil è durissima, quasi feroce. La “bomba” sganciata dall’Unità, dalla penna del suo direttore Staino che ha lanciato un durissimo j’accuse contro la segretaria della Cgil Susanna Camusso, al timone di un sindacato che avrebbe dimenticato gli insegnamenti di predecessori come Luciano Lama e Bruno Trentin, non poteva rimanere senza replica.

Il sindacato di Corso d’Italia, dopo un frenetico giro di telefonate, ha deciso di replicare con una lettera al giornale del Pd. Che già dai firmatari indica la “pesantezza” del concetto che…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum sul jobs act, dentro la Consulta grandi manovre per disinnescare i quesiti promossi dalla Cgil

Gli “artificieri” sono a già all’opera, nel campo di battaglia della Corte Costituzionale, per disinnescare la prima mina, il referendum promosso dalla Cgil sull’articolo 18. Mina che rischia di some distance saltare tutto, a partire dal percorso “ordinato” immaginato dal capo dello Stato Sergio Mattarella: prima la modifica della legge elettorale, poi il voto.

I referendum sul jobs act sono sempre stati vissuti, nelle stanze del potere renziano, in un tutta la loro portata politica. Perché ogni voto, nell’epoca moderna, come insegna la Grecia o l’Inghilterra, è advert alta intensità politica, figuriamoci una consultazione che ha come titolo “referendum sul lavoro” co…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Jobs Act, la difesa dell’Avvocatura dello Stato sul referendum sull’articolo 18: “Quesito manipolativo”

Il quesito referendario per abrogare le modifiche apportate con il Jobs Act all’artwork. 18 dello statuto dei lavoratori sui licenziamenti ha “carattere surrettiziamente propositivo e manipolativo” e per questo “si palesa inammissibile”. E’ quanto sostiene l’Avvocatura dello Stato nella memoria – che l’ANSA ha potuto visionare – depositata oggi per conto della Presidenza del Consiglio, in vista della decisione della Corte Costituzionale sull’ammissibilità dei referendum sul lavoro.

Il quesito referendario sull’art.18, “proponendosi di abrogare parzialmente la normativa in materia di licenziamento illegittimo, di fatto la sostituisce con un’altra disciplina assoluta…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Alessandro Di Battista a Die Welt: “Referendum sull’euro. Epulsione per i migranti senza diritto di asilo”

“Euro ed Europa non sono la stessa cosa. Vogliamo semplicemente che gli italiani decidano sulla moneta”. Lo ha detto Alessandro Di Battista in un’intervista a Die Welt dal titolo “Salvate l’Europa dei popoli”. Alla domanda se l’M5s abbia calcolato le conseguenze di un’uscita dell’Italia dall’euro, Di Battista ha risposto di “conoscere le conseguenze della sua introduzione, la caduta del potere d’acquisto, dei salari, della competitività industriale, del disfacimento sociale e della disoccupazione”.
Illustrando la natura dei 5 stelle, l’esponente politico ha detto: “Non siamo un movimento antipolitico, né un partito di protesta”. Il sostegno “alle piccole e medie imprese” è, per l’es…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum. Al Nazareno e senza snack, il racconto della notte della sconfitta del Giglio Magico

Persino la macchinetta delle bevande e degli snack di conforto a un certo punto cube: No. Maledetta. Notte elettorale del 4 dicembre 2016 a Largo del Nazareno. Il secondo round di exit ballot ha già buttato i presenti nello sconforto più inconsolabile. Maria Elena Boschi, chiusa nella stanza del segretario Matteo Renzi – che nel frattempo è a Palazzo Chigi – con Luca Lotti, Francesco Bonifazi e altri che vanno e vengono, ha il viso tiratissimo e ha anche pianto un po’. Marianna Madia è vestita di nero, a lutto, preparata advert una sconfitta che generation nell’aria ma che non si annunciava così funesta. I nervi sono tesissimi. Si abbattono anche sulla povera macchinetta automatica: che infatti …
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, il comitato dei professori per il No vuole restare in campo. Prossima battaglia: la revisione della legge elettorale

Questa volta è diverso. Nessuna intenzione di smobilitare come accaduto dopo la vittoria referendaria del 2006. Perché il comitato dei professori, presieduto da Alessandro %, è convinto di non aver esaurito il suo compito. Né sembra intenzionato a lasciare che i soli partiti politici si prendano i dividendi della stra-vittoria del no.

Gli intellettuali anti-riforma, insomma, hanno intenzione di rimanere in campo. La prossima battaglia è già pronta: la revisione della legge elettorale. “Il problema – osserva Domenico Gallo – è che la lotta per la democrazia non finisce mai. Abbiamo attraversato una fase in cui il popolo è stato chiamato a fare una scelta fondamenta…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, dopo il no vola lo spread e l’euro cala sul dollaro. Pier Carlo Padoan non va a Bruxelles

Il successo del No al referendum costituzionale, e le successive dimissioni annunciate da Renzi, innesca le high conseguenze ed economiche. Sui mercati si registra già una forte impennata dello unfold, salito in apertura fino a 180 punti dopo la chiusura di venerdì a quota 162, con il rendimento dei nostri titoli decennali al 2,04%.

Euro ai minimi da un anno. In uniqueness calo anche l’euro sul dollaro, che ha raggiunto i minimi da novembre 2013, scendendo a 1, 0506 sulla valuta u.s..

Intanto Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, atteso oggi per l’Eurogruppo a Bruxelles, ha fatto sapere di avere cancellato la propria presenza, preferendo restar…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, Beppe Grillo al seggio: “Se vince il Sì rispetteremo il verdetto. Ma andare comunque alle elezioni”

“Abbiamo fatto un grande lavoro, quindi l’importante, se dovessimo perdere, è non dare colpe a nessuno, abbiamo lavorato tutti bene. Se gli italiani hanno scelto una cosa diversa noi la rispettiamo”. Lo ha detto il chief del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo dopo il voto al seggio di Sant’Ilario, dove è arrivato intorno alle 17.30.

“Io credo che qualunque sia il responso, noi siamo decisi ad andare a elezioni in modo che poi, se verrà confermata questa management, rispetteremo il verdetto”, ha poi detto Grillo. Sul futuro del M5S, Grillo ha detto che da martedì “cominceremo sulla rete a condividere il programma su energia, politica estera difesa: cominciamo a lavorare. S…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, come capire se l’affluenza è alta e se favorisce il Sì o il No

Come capire se il dato dell’affluenza è alto, basso, in linea con le precedenti consultazioni elettorali? E se favorisce uno schieramento o l’altro? Secondo diversi osservatori a determinare il successo di uno dei due fronti contrapposti sarà il grado di affluenza al voto: alcuni analisti hanno sottolineato come una maggiore partecipazione (indicata come il 60%, dato mai raggiunto prima nei due più recenti referendum costituzionali) potrebbe favorire il successo del Sì.

Il paragone valido che si può fare, tra quelli più vicini in ordine temporale, è la votazione per le elezioni europee. In quel caso andò alle urne il 57% degli aventi diritto. Si votò ad aprile del 2014 …
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, Matteo Renzi e gli scenari submit-voto: in ogni caso, urne await

Vince il sì, vince il no e non ci sarà nessun forse. Domenica notte, mentre aspetterà i risultati con i suoi fedelissimi, Matteo Renzi comincerà a mettere a fuoco la sua risposta. Piano A: la vittoria. Il most excellent resta in carica e si prepara alla campagna elettorale per le politiche. Piano B: la sconfitta. Il premiere resta in carica solo per l’approvazione della legge di stabilità, come gli chiederebbe Sergio Mattarella, congela le dimissioni e comunque affila le armi per le urne. Comunque vada, sarà voto anticipato. O almeno questa è la by means of d’uscita immaginata da Renzi. Anche se in caso di vittoria del sì, i renziani sono più restii advert ammetterlo.

Piano A</stro…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, Rocco Siffredi su twitter: “Ragazzi non fatevi fregare, l’inc… è dietro l’angolo: votate No”

Rocco Siffredi rompe gli indugi e si schiera sul referendum costituzionale del four dicembre. Lo fa con un video pubblicato su facebook. Il pornoattore annuncia che andrà a votare per la prima volta: “Amo l’Italia. Ormai è qualche che ci fanno credere di andare avanti ma ci tirano dai piedi. Domani si vota, o dopodomani… non me ne frega quando si vota”.

Quindi arriva la sua dichiarazione di voto: “fate attenzione perché la solita inc.. è dietro l’angolo, è quella definitiva non quella minima. Avete capito? Mi sa che voto pure io quest’anno per la prima volta. Stiamo tornando indietro di tanti anni con la libertà. Un bel No, mandiamoli affan…” …
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, il monetary instances. “Matteo Renzi dovrebbe restare al governo anche se vincesse il No”

Dopo il new york occasions anche il financial times, con un editoriale pubblicato oggi, invita il most appropriate a restare al suo posto anche in caso di successo del no al voto di domenica.

Il optimal – rileva l’toes – “ha calcato troppo la mano” scegliendo “di trasformare il referendum di Domenica sul cambiamento costituzionale in una prova della sua popolarità personale”.Per questo, c’è “una strong point possibilità che gli elettori respingano le proposte”. Uno situation negativo per molti aspet…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum e voto estero: domenica battaglia a Castelnuovo di Porto, dove si scrutinano le schede decisive

Circa 48mila metri quadri, ben militarizzati. Lo chiamano il ‘Pentagono’ del voto all’estero. Addirittura. Perché il Centro Polivalente della Protezione Civile a Castelnuovo di Porto, paese di p.c. più di 8mila anime tra la Flaminia e la Tiberina in provincia di Roma, è un vero e proprio fortino con un carattere quasi sacro. Chi lo espugna vince.

Lì vengono portate le schede di chi ha votato dall’estero per il referendum costituzionale di domenica: sono il prodotto di circa 1400 seggi. E lì vengono scrutinate. Lì piomberanno almeno 200 volontari del comitato del No perché temono bro…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost

Referendum, l’amarezza della Ditta per un Sì “percent entusiasta”. I dubbi della Ghisleri

Un SI che non ti aspetti, bugiardo. Chiara Geloni, pasionaria della Ditta, prima di parlare, fa un lungo sospiro: “Prodi cube che vota SI in continuità con la sua storia. Peccato che con questa dichiarazione ha raggiunto gran parte dei one zero one. Auguri, gli vogliamo bene lo stesso”.

Giorni bugiardi è il titolo del pamphlet, scritto dai due portavoce storici di Bersani, Di Traglia e Geloni ai tempi del 2013. Quando al Capranica il nome di Prodi accolto da una standing ovation, per poi essere impallinato nel segreto dell’urna. Al netto delle parole – poche, fredde e sbrigative – di Pier Luigi Bersani (“quello di Prodi non mi pare un sì entusiasta”), la botta si s…
<a rel="nofollow" href="Notizie Italy sull’Huffingtonpost“>Notizie Italy sull’Huffingtonpost